News del 29/10/2018 - 08:40

RINVIATA. Terreno di gioco inzuppato d'acqua.
Pedemonte e Lugagnano bloccati dai forti rovesci.


  Non si gioca a Pedemonte, il terreno inzuppato d'acqua non lo consente.
Il direttore di gara Posteraro di Verona, prima del fischio d'inizio, d'accordo con i due capitani, fa rimbalzare il pallone nelle zone nevralgiche del campo ma constata che la sfera non rimbalza e resta a terra. Da qui la decisione giusta, di rinviare la partita, a data da destinarsi.
Concordi nella zona degli spogliatoi i due tecnici di Pedemonte e Lugagnano. Afferma Stefano Modena coach dei biancorossi di casa: «Sono d'accordo con l'arbitro che ha deciso oggi di non giocare. Noi eravamo carichi e pronti a dire la nostra in questa non facile gara».
Gli fa eco dall'altra parte mister Massimo Gasparato: «Ci tenevamo a giocare ma il campo era impraticabile. Stiamo attraversando un buon periodo di forma che mi fa sperare per il futuro con forza e positivitą».

Pedemonte: Salvagno, Ruspini, Ceoletta, Savoia, Righi, Jannello, Perpolli, Guardini, Ambra, Peretti, Murari. All.: Modena

Lugagnano: D'Amario, Peron, Montresor, Zanetti, Panzani, Pietropoli, Zanoni, Gasparato, Andreato, Perozzi, Ialą. All.: Gasparato

Arbitro: Posteraro di Verona
Note: Rinviata per campo impraticabile

Da L'Arena del 29/10/2018