News del 21/01/2019 - 11:05

DI MISURA. Per gli arilicensi inutile forcing finale.
Il Peschiera resta a secco. Il Lugagnano lo sorpassa.


  La prodezza di Masoli vale i tre punti e il sorpasso in classifica sui diretti concorrenti per il Lugagnano.
Gara equilibrata, dove entrambe si esprimono al meglio nella fase di palleggio, ma a prendersi la scena sono entrambi i portieri: al 7' D'Amario nega agli ospiti il vantaggio su Santiago e Quaranta; poco dopo il collega Bongiovanni salva i suoi con un intervento sulla linea.
Sugli sviluppi di un corner, a inizio ripresa ripresa, Masoli sfrutta al meglio l'invito di Sbuciumelea, anticipando i marcatori per depositare la palla in rete.
Cresce l'insoddisfazione tra i giocatori del Peschiera che avanzano sempre pi¨ il baricentro: nonostante la mole di gioco espressa dagli amaranto, la difesa giallobl¨ resiste all'assedio perpetuatosi fino allo scadere, riuscendo anche a riproporsi in contropiede, mancando per˛ il sigillo definitivo.

Lugagnano: D'Amario, Montresor, Micheletto (1'st Zanetti), Perozzi (37' st Scandola) , Peron, Pietropoli, Fiorini, Masoli, Gasparato (27' st Silvestri), Zanoni, Sbuciumelea. Allenatore: Gasparato

Peschiera Del Garda: Bongiovanni, Lorenzi, Domenegoli, Kone, Righetti, Aldrighetti, Quaranta, Dal Dosso, Marcolini, Santiago, Odelli. Allenatore: Dal Dosso

Arbitro: Drago di Legnago
Rete: 12'st Masoli

Da L'Arena del 21/01/2019